Il Calcio Foggia 1920 rende noto di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Lorenzo Del Prete

Sabato 31 Ottobre 2020
Il Calcio Foggia 1920 rende noto di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Lorenzo Del Prete
Classe 1986, il difensore nativo di Roma e cresciuto nella Juventus ha un lungo curriculum che lo ha portato a collezionare più di 250 presenze in Serie B e circa 100 in C vestendo le maglie di Siena (Serie A), Pescara, Nocerina, Frosinone, Novara, Crotone, Perugia, Catania, Juventus U23 e Trapani, club dal quale si è svincolato questa estate.

“Soddisfatto di esser qui a Foggia, conosco bene questo girone e metterò a disposizione tutta la mia esperienza e la mia voglia per raggiungere gli obiettivi prefissati dalla società. Foggia è una piazza che merita ben altri palcoscenici, ci sono stato spesso da avversario e so bene cosa significa giocare in questo stadio, anche se l’assenza del pubblico è pesante. Bisogna remare tutti dalla stessa parte, lavorare sodo evitando di pensare ad altro, essere uniti e determinati: solo così si ottengono i risultati”.

Del Prete indosserà la maglia numero 36.

Le notizie le trovate solo su l’Attacco

Perché ci lavorano giornalisti che fanno solo questo mestiere, 24 ore su 24. E hanno un solo padrone, i lettori e l’opinione pubblica. Siamo in un tempo che è la tempesta perfetta, sospesi tra le rovine del mondo di ieri e un futuro che si presenta a mani vuote. Chi legge, compra e si abbona a l’Attacco non ha perso speranze, sa che l’informazione è libertà e la democrazia non è un destino. E il nostro, inquieto, Sud è ciò che ci prendiamo ogni giorno per trasformare la storia di secoli.
Piero Paciello
''
icona web tv
oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
ore 23.00
Cronaca

Il Covid non ferma i ladri, rubata una Panda dell'Usca. Miglio: "Siete degli omuncoli, restitui...

Martedì 1 Dicembre 2020
I ladri non si fermano nemmeno di fronte al Covid. Anzi, alcuni soggetti hanno preso di mira proprio...
Il Covid non ferma i ladri, rubata una Panda dell'Usca. Miglio:
Strage San Marco in Lamis, Emiliano:
"Il 9 agosto 2017 a San Marco in Lamis venivano uccisi Luigi e Aurelio Luciani: due fratelli agricoltori, due padri di famiglia, due onesti lavoratori, uccisi perché testimoni involontari di un’esecuzione mafiosa...
Martedì 1 Dicembre 2020
le altre notizie
oggi
le notizie del giorno