Francesca Rosa, piccolo talento di Capitanata

Lunedì 30 Dicembre 2019
Francesca Rosa, piccolo talento di Capitanata
Quali sono le peculiarità dei ragazzi della nostra terra? E' poi vero che la maggioranza dei quali trascura la lettura, preferendo un uso smodato dei social? La storia che vi raccontiamo quest'oggi è in controtendenza rispetto a quello che si dice su gran parte delle generazioni attuali, ed è quella di una brillante ragazza di 18 anni, Francesca Rosa, scrittrice per passione e per dar corpo ai propri sentimenti.

Francesca è iscritta al liceo linguistico Pestalozzi di San Severo, emotiva ed empatica utilizza la scrittura in funzione introspettiva, dando voce all'io che alberga in ognuno di noi. “La scrittura è un modo per parlare a me stessa, quando scrivo vedo un'altra persona, oltre a permettermi di far uscire quello che sento, penso che scrivere sia un modo per auto analizzarsi e capire quello che ci circonda. Non ho iniziato a scrivere spinta dalla passione per un autore particolare, leggo molto autori contemporanei giovani, piuttosto che i moderni o i classici”, fa sapere a l'Attacco Francesca Rosa.

Francesca ha pubblicato il suo libro di versi “Siamo notti lontani” uscito il mese scorso, edito da Book Sprint, una casa editrice online e pubblicato per gioco, assecondando una passione, la scrittura, che si porta dietro da almeno 3 anni, quando ha iniziato a cimentarsi in brevi poesie che dietro il filtro dell'anonimato e della licenza letteraria, riportano luoghi, situazioni, memorie, affetti e persone sotto la lente auto analizzante della scrittrice. Il volumetto di poesie raccoglie anni di amicizie, qualche amoruccio, l'affetto per la madre, ricordi di scuola e il sentimento dell'addio ad un'amicizia molto intensa che ancora fa capolino nei ricordi della scrittrice.

“La fine di un'amicizia molto forte mi ha segnato molto, scrivendo ho cercato di ricostruire le ragioni, le dinamiche ed il ricordo. Nel libro ho descritto me stessa, in esso è contenuto quello che sono. Penso che le persone che si incontrano nella vita, i ricordi delle situazioni che viviamo sono il nostro bagaglio da cui non ci separeremo mai. Per quanto si possa dimenticare una persona o un evento, esso è parte di te, ed il mio libro raccoglie gran parte di quello che ho vissuto”, prosegue Francesca. L'amore in tutte le mie sfaccettature. Questo libro è il mio viaggio più lungo, è per me ed è per chiunque. Queste le parole poste sul retro del volumetto al cui interno sono presenti alcune autentiche dediche. “Ho utilizzato la scrittura per ricostruire la figura di mio nonno materno mai conosciuto. Ho dedicato poesie a mia madre, a mio fratello, alla mia migliore amica e alla mia professoressa del liceo. Il libro contiene me stessa e gli affetti più veri verso le persone centrali della mia vita. L'amicizia è per me un valore importante ho reso partecipe della scrittura del libro tutti i miei migliori amici, tra cui Michele, mio compagno di classe, con cui è nata un'amicizia lunga 9 anni”, conclude Francesca Rosa.

Francesca scrive i suoi versi anche in altre lingue, parla infatti tre lingue straniere. Livello madrelingua per l'inglese, medio alto per il francese e sta ottenendo il diploma di certificazione linguistica per lo spagnolo, elementi che pongono Francesca al di sopra della media dei giovani italiani carenti nello studio delle lingue, facendo precipitare l'Italia nei posti più bassi delle classifiche Ocse. Francesca ha in qualche modo dimostrato che invertire le classifiche poco lusinghiere per i giovani italiani si può, gli studi linguistici costituiscono il futuro per analizzare, comprendere, studiare i fenomeni che ci circondano, tanto per la politica, quanto per l'economia, ma anche per una corretta lettura degli autori stranieri, secondo l'assunto di gran parte degli autori contemporanei che si dibattono sul tema. Infondo tradurre un testo è un po’ tradire, come sosteneva Umberto Eco.

Le notizie le trovate solo su l’Attacco

Perché ci lavorano giornalisti che fanno solo questo mestiere, 24 ore su 24. E hanno un solo padrone, i lettori e l’opinione pubblica. Siamo in un tempo che è la tempesta perfetta, sospesi tra le rovine del mondo di ieri e un futuro che si presenta a mani vuote. Chi legge, compra e si abbona a l’Attacco non ha perso speranze, sa che l’informazione è libertà e la democrazia non è un destino. E il nostro, inquieto, Sud è ciò che ci prendiamo ogni giorno per trasformare la storia di secoli.
Piero Paciello
''
icona web tv
oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
ore 23.00
Cronaca

Ataf, passeggero picchia autista sulla linea diretta a Borgo Segezia...

Mercoledì 5 Agosto 2020
È accaduto lunedì 3 agosto a Foggia, presso il Terminal “Vincenzo Russo”: un operatore di eser...
Ataf, passeggero picchia autista sulla linea diretta a Borgo Segezia
Assistenza Domiciliare Integrata, al via il nuovo servizio in tutta la provincia
Ha preso il via, su tutto il territorio provinciale, il nuovo servizio di Assistenza Domiciliare Integrata della ASL di Foggia. Riprese gradualmente le attività sospese durante l’epidemia COVID-19, la Direzione della...
Mercoledì 5 Agosto 2020
le altre notizie
oggi
le notizie del giorno