Coronavirus, in Puglia il 9 per cento degli operatori sanitari ha contratto il Covid-19

Martedì 30 Giugno 2020
Coronavirus, in Puglia il 9 per cento degli operatori sanitari ha contratto il Covid-19
Nel padiglione istituzionale della Regione Puglia nella Fiera del Levante di Bari si è fatto il punto sull’emergenza Covid nei luoghi di lavoro della sanità, con il workshop "Pandemia Covid-19 in Puglia: la Salute e la Sicurezza nel Servizio Sanitario Regionale". Con l’iniziativa si è discusso della gestione e della valutazione del rischio nelle aziende e negli enti del Sistema sanitario regionale (Ssr) e delle le strategie operative e dei modelli per il futuro. Nel corso del workshop i tecnici regionali (medici del lavoro, esperti di sicurezza) hanno discusso delle criticità e dei punti di forza del sistema al fine di preparare al meglio la Regione per ogni evenienza in stretto coordinamento con tutte le strutture strategiche regionali. Il workshop è stato organizzato da Regione Puglia, Aress, Protezione civile regionale e Sirgisl (Sistema regionale di gestione integrata della sicurezza sui luoghi di lavoro).

"Il sistema Sanitario Pugliese ha retto sul piano della sicurezza negli ambienti di lavoro contribuendo al contenimento della epidemia". Lo ha detto nell’introduzione Danny Sivo, medico responsabile del Sirgisl, sistema integrato regionale di gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro. "Sono stati 435 - ha proseguito - gli operatori del Ssr (meno dell'1% del totale), compresi i medici della medicina generale e gli amministrativi, che si sono contagiati durante la epidemia di coronavirus in Puglia. La Puglia ha avuto una percentuale di contagiati sul totale di operatori sanitari del 9%, contro una media nazionale del 12%".

"I contagi non sono però avvenuti nei reparti Covid (ad altissimo rischio) dove è stata massima l’attenzione da parte del Sistema alla scrupolosa applicazione dei protocolli ed uso dei Dpi, ma in reparti diversi. Inoltre sono stati 40 milioni i pezzi di Dpi utilizzati finora in Puglia nel corso dell’emergenza. La tutela della sicurezza negli ospedali è stata fondamentale nella tenuta della intera epidemia pugliese, per la accertata natura nosocomiale dei primi cluster potenzialmente capaci di innescare e moltiplicare le catene di contagio nel territorio, come avvenuto per Sars e Sars Covid-2 nelle aree del nord Italia inizialmente colpite".

"In questo momento – ha detto il prof. Pier Luigi Lopalco, coordinatore per l’emergenza epidemiologica in Puglia – ci stiamo lasciando alle spalle l’emergenza sanitaria. E’ il momento di fare i bilanci. E i bilanci non servono per dire che siamo stati bravi o non lo siamo stati. Servono per dire quel che ha funzionato e quel che non ha funzionato. Perché quello che ci aspetta è probabilmente un momento di prevenzione ancora più serrata. Dal primo bilancio possiamo dire che il sistema Puglia ha funzionato: contro una media del 12% dei casi a livello nazionale che hanno riguardato operatori sanitari, in Puglia ne abbiamo solo il 9%. Questo significa che le misure di prevenzione e protezione messe in atto negli ospedali sono state precoci e hanno funzionato. Ragioneremo anche su quello che dovrà essere migliorato per prepararci a quello che un po’ tutti temiamo, ovvero l’arrivo del freddo e dell’autunno".

Le notizie le trovate solo su l’Attacco

Perché ci lavorano giornalisti che fanno solo questo mestiere, 24 ore su 24. E hanno un solo padrone, i lettori e l’opinione pubblica. Siamo in un tempo che è la tempesta perfetta, sospesi tra le rovine del mondo di ieri e un futuro che si presenta a mani vuote. Chi legge, compra e si abbona a l’Attacco non ha perso speranze, sa che l’informazione è libertà e la democrazia non è un destino. E il nostro, inquieto, Sud è ciò che ci prendiamo ogni giorno per trasformare la storia di secoli.
Piero Paciello
''
icona web tv
oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
ore 23.00
Cronaca

Assunzioni in cambio di voti alle regionali, l'assessore Pisicchio indagato per corruzione...

Mercoledì 1 Luglio 2020
L'assessore regionale Alfonso Pisicchio e' indagato per il reato di corruzione. Nell'ambito della st...
Assunzioni  in cambio di voti alle regionali, l'assessore Pisicchio indagato per corruzione
Ritrovato senza vita Vincenzo d'Antonio, l'uomo scomparso ieri a Foggia
E' stato ritrovato senza vita Vincenzo d’Antonio,il 68enne pensionato foggiano scomparso da casa ieri mattina. L'uomo soffriva di depressione, si era allontanato da casa ieri mattina attorno alle 7.30 e non vi ha fatt...
Mercoledì 1 Luglio 2020
le altre notizie
oggi
le notizie del giorno