Cam.Tv, la social community più creativa del web

Lunedì 30 Dicembre 2019
Cam.Tv, la social community più creativa del web
Un social dove potersi esprimere meglio e avere una visibilità non solo in termini di like ma anche di maggiore condivisione. Si chiama Cam.Tv ed è nato per chi ha una certa propensione per il per il web. "E' una social community nuova - afferma a l'Attacco Cristiana Leonoci, una delle pioniere nell'utilizzo di questa piattaforma -, un social network a tutti gli effetti, una startup 100 per cento italiana che conta attualmente Cerca 80mila utenti". E' nata come una campagna di crowdfunding, la più grande d'Italia, che da la possibilità di diventare founder e di dividere gli utili. L'iscrizione è gratuita, però per chi vuole diventare socio sostenitore c'è il diritto, ogni settimana, a una piccola quota. "Con 120 euro, ad esempio, ovvero la spesa che ho effettuato io - spiega Lenoci - mi trovo a disposizione due canali, un formato utile per chi vuole iniziare a scrivere attraverso i siti web. A differenza del profilo Facebook, c'è la possibilità di mettere in campo le proprie competenze e scrivere di quello per cui si è più portati".

Ci sono canale tematici, dove le persone parlano della propria attività oppure delle loro competenze: con Cam.Tv non è raro avere delle collaborazioni. Altre persone, invece, possono svolgere delle consulenze anche online. "La cosa particolare è che il pagamento avviene attraverso i like coins - spiega Lenoci a l'Attacco -, una moneta virtuale. Ogni like equivale a un centesimo: in questo caso si premiano i contenuti, le professionalità molto specifiche o la manovalanza e quindi c'è spazio per tutti".

Chi è abituato a Facebook o altri social si può trovare un po' spaesato: "Poi ho visto che i miei contenuti potevano piacere e ho iniziato a curare ancora di più quello che scrivevo, cosa che non può o accade di rado su Facebook dove è più facile condividere ciò che viene fatto da altri. I contenuti - evidenzia Lenoci -, infatti, devono essere autentici e originali. Deve essere considerato come un piccolo investimento su sè stessi: ognuno ha un salvadanaio e, una volta che si arriva a una tot somma di like coins, vengono immediatamente riscattati in denaro su conto bancario oppure con una carta. Secondo me è lungimirante, può essere un qualcosa di rivoluzionario perché sui social non viene pagato per ciò che si scrive, anzi si è meno valorizzati perché ci sono talmente troppi contenuti che ci si confondono e quindi emergere più difficile".

A Cerignola, oltre Cristiana Lenoci, ci sono altre tre persone iscritte alla piattaforma. "Sto pensando a un incontro per far avvicinare altre persone e soprattutto coloro che hanno passione nella scrittura, e ce ne sono nella mia città. Secondo me - prosegue Lenoci - in prospettiva ci sono alte potenzialità di raggiungere diversi Paesi, infatti già ci sono dei contatti con la Svizzera. E' una vetrina per chi ha qualcosa da mettere in campo, qualcosa da raccontare".

Il canale di Cristiana Lenoci si chiama "Scrivere che passione": "Mi piace dare diversi input o delle dritte a chi vuole fare questa professione, non solo di scrittore ma nel campo della comunicazione. E siccome sto studiando personalmente questo settore, mi fa piacere condividere le mie esperienze a 360 gradi: quelle che nella realtà possono essere nicchie diventano poli di interesse e condivisione da parte di molti utenti".

Lenoci ha una passione innata per la scrittura ma non ha mai pensato che potesse diventare la sua professione. "Ho sempre scritto - ribadisce -, ho anche frequentato un master biennale in giornalismo a Bari: mi reputo una persona abbastanza libera, senza paletti. A me invece piace scrivere di temi che non riguardano strettamente la cronaca, interessa che le mie idee, i miei pensieri possono arrivare indipendentemente da quello che fa più audience. Se una cosa la sento mia ne parlo - aggiunge Lenoci - altrimenti lascio stare. In passato la gratificazione arrivava dalle persone che apprezzavano il modo di scrivere invece con Cam. Tv, oltre a questo motivo, c'è anche una piccola gratificazione economica".

Le notizie le trovate solo su l’Attacco

Perché ci lavorano giornalisti che fanno solo questo mestiere, 24 ore su 24. E hanno un solo padrone, i lettori e l’opinione pubblica. Siamo in un tempo che è la tempesta perfetta, sospesi tra le rovine del mondo di ieri e un futuro che si presenta a mani vuote. Chi legge, compra e si abbona a l’Attacco non ha perso speranze, sa che l’informazione è libertà e la democrazia non è un destino. E il nostro, inquieto, Sud è ciò che ci prendiamo ogni giorno per trasformare la storia di secoli.
Piero Paciello
''
icona web tv
oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
ore 23.00
Cronaca

Sorveglianza speciale per un pregiudicato di San Severo, la proposta in applicazione del Codice Anti...

Giovedì 23 Gennaio 2020
Continua, senza sosta, l’attività di contrasto alla criminalità organizzata dopo i recenti fatti...
Sorveglianza speciale per un pregiudicato di San Severo, la proposta in applicazione del Codice Antimafia<br />
Lancio di pietre e insulti ai residenti de L'Arena:
Lancio di pietre e insulti in due occasioni agli abitanti de "L'Arena" (in prossimità di San Severo), palazzina utilizzata dal 2017 come soluzione emergenziale per alcuni sfollati dallo sgombero del Gran Ghett...
Giovedì 23 Gennaio 2020
le altre notizie
oggi
le notizie del giorno