Antica Cantina, "il mistero di una notte che lascia dubbi e sospetti"

Mercoledì 23 Ottobre 2019
Antica Cantina,
"Un attentato all'economia locale o una presa in giro per truffare qualche compagnia di assicurazione e lo Stato considerando che l’iva al 22% sul prodotto versato rimane nelle tasche del truffatore?".
L'interrogativo è posto da Tommaso Rubino, socio dell'Antica Cantina.
"Quanto accaduto all'Antica Cantina di San Severo nella notte di domenica 20 ottobre (ore 20.00 circa) ha fatto nascere più che qualche dubbio a molti sanseveresi", continua Rubino.
"Tanto per capire, perchè alcuni ignoti avrebbero dovuto disperdere il vino contenuto nei silos? Tutti credono un dispetto…un dispetto con danno economico per l’Antica Cantina! Ebbene allora come mai i delinquenti (oppure il delinquente) sono stati attenti ad evitare che i silos si rovinassero, aprendo prima i boccaporti dei silos e poi le valvole di uscita del vino!!?? Infatti solo gli addetti ai lavori (certamente non il sabotatore) sanno che se non si apre il boccaporto, prima di aprire la valvola di fuoriuscita del vino, il SILOS si accartoccia su se stesso diventando inutilizzabile. Un silos in acciaio inox costa oltre € 100.000, con 15 silos svuotati accartocciati il danno sarebbe stato di 1.500.000 di euro che addizionato al valore del disperso danno il danno economico sarebbe stato di oltre € 2.500.000. A questo avrebbe mirato il sabotatore, non certamente a chi organizza la truffa dell'assicurazione o intende intascare i 220.000 euro sull'IVA allo Stato. Infatti sul valore di 1.000.000 di euro per il vino disperso L'Antica Cantina risparmia di versare allo stato €220.000 di IVA, mentre il danno ai serbatoi non viene rimborsato dell'assicurazione il vino dispersi invece sì. Veniamo ai danni provocati con la dispersione del vino, il danno complessivo stimato per 25.000 ettolitri di vino disperso a dire dell'Antica Cantina è di 1.000.000 di euro. Un surreale quantitativo disperso! Come mai le informazioni assunte dalla Vigilpol arrivata intorno alle 20 sul posto parlano di 5 o 6 silos aperti, mentre il presidente al Tg1 parla di 15 serbatoi aperti? Come mai la Vigilpol, arrivata dopo la segnalazione, nonostante abbia chiuso immediatamente le valvole di tutti i silos aperti e quindi limitando la fuoriuscita del vino, per il dirigente pistillo parla di 25000 litri dispersi nella campagna vicina. Come potevano svuotarsi dalle ore 20 25.000 litri di vino dai silos se occorrono almeno 10 ore per permettere lo svuotamento del vino dalla valvola aperta? Quindi se così fosse il sabotaggio sarebbe avvenuto alle ore 13 in pieno giorno! È mai possibile che in una strada di passaggio anche di agricoltori che tornano dalle campagne in pieno giorno nessuno si accorgeva del fiume di vino che usciva dai serbatoi? Possibile che nessuno ha sentito il profumo che avrebbe diffuso una quantità di oltre 90 autocisterne piene di vino disperso! Certamente il popolo di San Severo vuole la verità, basta truffatori sul nostro territorio, tra l'altro sbandierando sulle reti nazionali una realtà falsificata", conclude Tommaso Rubino.

Le notizie le trovate solo su l’Attacco

Perché ci lavorano giornalisti che fanno solo questo mestiere, 24 ore su 24. E hanno un solo padrone, i lettori e l’opinione pubblica. Siamo in un tempo che è la tempesta perfetta, sospesi tra le rovine del mondo di ieri e un futuro che si presenta a mani vuote. Chi legge, compra e si abbona a l’Attacco non ha perso speranze, sa che l’informazione è libertà e la democrazia non è un destino. E il nostro, inquieto, Sud è ciò che ci prendiamo ogni giorno per trasformare la storia di secoli.
Piero Paciello
''
icona web tv
oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
ore 23.00
Cronaca

Serracapriola, sindaco D'Onofrio sospeso dalla carica: il provvedimento del Prefetto di Foggia...

Giovedì 21 Novembre 2019
Con provvedimento prefettizio Giuseppe D'Onofrio è stato sospeso dalla carica di sindaco del comune...
Serracapriola, sindaco D'Onofrio sospeso dalla carica: il provvedimento del Prefetto di Foggia
Foggia, uomo aggredito da almeno tre persone: ferito a colpi di spranga
Un uomo è stato aggredito poco fa a Foggia da almeno tre persone che lo hanno colpito con una spranga. Il fatto è accaduto all'incrocio tra via Mogadiscio e via Marchese de Rosa. Non si conoscono i motivi della bru...
Giovedì 21 Novembre 2019
le altre notizie
oggi
le notizie del giorno