Alessia Ameri, sensualità "sotto rete"

Lunedì 3 Febbraio 2020
Alessia Ameri, sensualità
Determinata e concentrata sul parquet, sensuale al di fuori dei Palazzetti dello Sport. Sono le facce della stessa medaglia che contraddistinguono Alessia Ameri, foggiana classe '85, che per il 2020 si è regalata la soddisfazione di mettersi in posa per il terzo calendario consecutivo. "Ho iniziato la mia carriera di fotomodella - spiega a l'Attacco - e poi tre anni fa con la mia agenzia, è nato tutto per caso siccome faceva dei calendari promozionali e io postavo le relative foto sui miei social, quindi mi è stato proposto di posare per degli scatti. E allora con l'agenzia abbiamo pensato di creare un calendario incentrato su di me, di metterlo in vendita e capire che effetto aveva. Ha avuto successo e siamo al terzo anno che mi diletto sotto questo punto di vista. Lavorando come modella arriva un po' come se fosse la ciliegina sulla torta di tutto l'anno rispetto alla mole di lavoro precedente".

Scenografia naturale degli scatti è la sua Puglia. "Quest'anno mi piace particolarmente, devo essere sincera, è ambientato tutto all'aperto, in spiaggia, all'esterno di case, masserie, ci sono situazioni molto carine - commenta - e ci sono delle belle luci. E' stato fatto molto bene, nei dettagli: forse era ispirata anche io rispetto agli altri anni e, magari, al terzo calendario si è anche un po' più esperti rispetto al debutto, dove subentra un certo imbarazzo. Infatti è un prodotto sensuale: però, quando svolgi il lavoro di modella sai anche che ti puoi imbattere in questo tipo di situazioni. Quest'anno, ripeto, sono molto soddisfatta del lavoro - aggiunge Ameri - anche perché forse è stato realizzato per la maggior parte sul Gargano e in altre località della Puglia".

Dalla pallavolo alla carriera di modella, non un passaggio comune. "Ho iniziato a lavorare come modella perché un mio amico fotografo mi ha detto di fare degli scatti in quanto secondo lui avevo una bellezza che impattava dal punto di vista fotografico - precisa l'atleta foggiana - e che avrebbe attirato l'attenzione. Ho riscosso dei consensi e quindi questo mi ha aiutato anche nei lavori successivi, fino ad essere anche una delle testimonial durante la settimana della moda a Milano".

Alessia Ameri, infatti, è stata scelta dalla stilista Giuliana Cella, che aveva bisogno di una presenza giovane e di un certo stile. A proposito di stile e di foto, la giovane foggiana ha preferito non sfruttare il mondo dei social per fini commerciali, nonostante i suoi 4mila e passa fan virtuali. "Non sono una influencer - evidenzia - perché non ho un profilo pubblico e a me non piace: preferisco avere un profilo privato e, lavorando già come modella, non ho bisogno di utilizzare questi tipi di canali. Però devo ammettere che per i lavori, anche per la mia attività di pallavolista, uso i social per mettere al corrente tutti quelli che mi seguono con affetto di quello che sono i miei passaggi, le mie attività, le mie vicissitudini professionali, soprattutto: infatti, in genere sui social c'è poco di Alessia e molto della pallavolista o della modella".

Ma il primo amore non si dimentica e, anzi, ha un ruolo fondamentale nella vita di Alessia. "La passione per la pallavolo nasce da molto piccola, c'era mia sorella che già la praticava, anche se lei in un certo modo non mi ha influenzata - ammette -: è stato proprio un amore che è nato in maniera molto, molto autonoma e naturale e poi a quell'epoca vedevo anche i cartoni animati, Mila e Shiro su tutti, e quelli hanno aperto la strada. Ho iniziato tra Foggia e Manfredonia e poi da lì ho girato un po' tutta Italia. Sono arrivata a grandi livelli, secondo me, dopo la stagione che ho fatto ad Olbia, in A2, e così ho potuto gettare le basi per una carriera un po' più solida. Poi sono ritornata nella mia terra, precisamente a Cerignola, decidendo di scendere di categoria in corso d'opera. Ho svolto anche un ruolo diverso, ovvero la schiacciatrice, perché io sono un libero e mi ritengo più adatta a quel tipo di impostazione".

Quello del libero è un particolare, è "autonomo" dal resto della squadra e copre "i buchi" delle compagne di squadra. Il calendario c'è, ma cosa si aspetta Alessia Ameri dal 2020? "Per il 2020 mi aspetto di sorridere di più, perché ci sono tante vicissitudini che portano un po' di tristezza e di malumore e quindi mi piacerebbe essere più sorridente. Poi il sorriso fa bene e non si sorride mai abbastanza", conclude.

Le notizie le trovate solo su l’Attacco

Perché ci lavorano giornalisti che fanno solo questo mestiere, 24 ore su 24. E hanno un solo padrone, i lettori e l’opinione pubblica. Siamo in un tempo che è la tempesta perfetta, sospesi tra le rovine del mondo di ieri e un futuro che si presenta a mani vuote. Chi legge, compra e si abbona a l’Attacco non ha perso speranze, sa che l’informazione è libertà e la democrazia non è un destino. E il nostro, inquieto, Sud è ciò che ci prendiamo ogni giorno per trasformare la storia di secoli.
Piero Paciello
''
icona web tv
oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
ore 23.00
Cronaca

Covid-19, oltre 2400 test e cinque nuovi contagi in Puglia: zero decessi e un positivo in Capitanata...

Giovedì 28 Maggio 2020
Oggi giovedì 28 maggio 2020 in Puglia sono stati registrati 2.447 test per l'infezione da Covid-19 ...
Covid-19, oltre 2400 test e cinque nuovi contagi in Puglia: zero decessi e un positivo in Capitanata
Covid-19, Di Pumpo sul nuovo focolaio a Torremaggiore:
Sarebbe stata una festa di fine Ramadan, tenutasi il 24 maggio, a far nascere un nuovo focolaio di positivi al Covid-19 a Torremaggiore. Lo ha riportato il TgR Puglia di oggi, specificando che in città esiste una comuni...
Giovedì 28 Maggio 2020
le altre notizie
oggi
le notizie del giorno