Avviso Privacy
Questo sito fa parte di Blechis s.r.l.s: proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Maggiori informazioni. Ti chiediamo anche il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze. Potrai rivedere la tua scelta in qualsiasi momento, cliccando nel link Privacy in fondo a tutte le pagine dei siti Blechis s.r.l.s
Acconsento

Strage di Capaci, Scarano (da Foggia) nella scorta di Falcone nel 1991: "Tre giorni con lui a Vasto"

Giovedì 23 Maggio 2019
“Il 23 maggio di qualche anno fa ero seduta a tavola per un pranzo in famiglia. Al telegiornale davano la notizia dell’anniversario della strage di Capaci e mio suocero, con la sua usuale pacatezza, raccontò di aver fatto parte della scorta di Giovanni Falcone". Inizia così il racconto di Maria Teresa Valente, manfredoniana, inserito in una rubrica dell'editorialista de la Repubblica Concita De Gregorio.

"Quel 23 maggio del 1992 avevo 14 anni - ricorda Valente -. Era una domenica abbastanza calda e l’avevamo trascorsa da parenti in campagna vicino San Giovanni Rotondo. Fu durante il rientro che, accendendo in auto la radio, apprendemmo la notizia. Appena un anno prima, nel giugno del 1991, mio suocero Domenico Scarano (nella foto, ndr), all’epoca poliziotto (oggi in pensione), fu convocato dal questore di Foggia per scortare il giudice Falcone a Vasto, in occasione del congresso dell'Associazione nazionale magistrati".

"‘Mimmo, come mai proprio tu?’, gli chiesi. ‘All’epoca lavoravo in questura a Foggia. Erano incarichi delicati da assegnare a persone di fiducia. Evidentemente il questore mi ritenne all’altezza del compito’, mi spiegò timidamente - riporta Valente -. Gli fece da scorta dal 7 al 9 giugno. ‘Che tipo era? Taciturno, chiacchierone, serio, scherzoso?’, gli ho chiesto. ‘Con noi della scorta non ha parlato molto in quei giorni. Noi gli eravamo semplicemente accanto. Lui era abituato. Mi è sembrata, però, una persona perbene. Era abbastanza tranquillo e con i suoi colleghi al convegno sorrideva e parlava normalmente’. Tra i colleghi di quel giorno a Vasto c’era anche il giudice Paolo Borsellino".

"Peccato non avere una foto. Certo, oggi è difficile immaginare un’epoca in cui non c’era la corsa al selfie - scrive Valente -. ‘Ma non avevi paura?’. ‘No. Ero lì per lavoro’. ‘Un ricordo di quei giorni’. ‘Un pranzo a base d’aragoste che non mangiammo mai. Appena a tavola, al giudice Falcone arrivò una chiamata. Lui si alzò di scatto e ci guardò abbozzando un sorriso, quasi a volersi scusare. Lasciammo il ristorante di corsa. La sua vita era fatta così’".

"‘Quando appena un anno dopo seppi della strage e dei miei colleghi ammazzati in maniera così violenta e crudele, rimasi pietrificato’, mi ha confessato - riporta infine -. Giovanni Falcone lo sapeva. Era consapevole che ogni giorno era un passo in più tra le braccia dei suoi assassini. Eppure non ha mai mollato, non si è mai fermato. Più che di morire, aveva paura di vivere arrendendosi al male".

Fonte: la Repubblica


oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
Le altre notizie
Tari, si mobilita parte del centrosinistra: informazioni e tour in città nei prossimi giorni
Lunedì 17 Giugno 2019
Ieri sera c'è stato un comizio di alcuni consiglieri del centrosinistra di Cerignola. Tema dell'inc...leggi tutto
Oliva da tavola, la Peranzana torna tra la gente in occasione della Festa Patronale
Sabato 15 Giugno 2019
Il Consorzio Peranzana, in occasione della Festa Patronale di Torremaggiore, ha organizzato una gior...leggi tutto
"Con gli occhi al cielo": successo per il progetto realizzato dalle classi terze della De Sanctis
Domenica 16 Giugno 2019
Il progetto “Con gli occhi al cielo”, organizzato dalle classi terze della scuola primaria De ...leggi tutto
Protezione Civile, termina il raduno a San Giovanni Rotondo: 1500 volontari da tutta Italia
Lunedì 17 Giugno 2019
Con la Santa Messa officiata da Padre Maurizio Placentino, padre provinciale dell’Ordine dei Cappu...leggi tutto
4 Ristoranti, ecco i locali che hanno partecipato alla competizione culinaria con chef Borghese
Giovedì 13 Giugno 2019
Sono terminate ieri le riprese del programma "4 Ristoranti" condotto dallo chef Alessandro Borghese ...leggi tutto
Amore, bellezze naturali e solstizio d'estate: a Bovino torna la Notte Romantica
Lunedì 17 Giugno 2019
Sabato 22 giugno torna la Notte Romantica a Bovino. Un’iniziativa promossa dal Club “I Borghi pi...leggi tutto
oggi
le notizie del giorno