Avviso Privacy
Questo sito fa parte di Blechis s.r.l.s: proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Maggiori informazioni. Ti chiediamo anche il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze. Potrai rivedere la tua scelta in qualsiasi momento, cliccando nel link Privacy in fondo a tutte le pagine dei siti Blechis s.r.l.s
Acconsento

Spedizioni punitive per droga non pagata, smantellato gruppo violento a Lucera: cinque arresti

Venerdì 10 Maggio 2019
L'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Foggia eseguita nelle prime ore del mattino di ieri ha disposto la custodia cautelare in carcere a carico dei fratelli Giovanni e Marco Albis, rispettivamente di 21 e 19 anni. Dietro le sbarre anche il 19enne Giuseppe Costantinoe il 18enne Vincenzo Esposito, solo quest’ultimo incensurato. Domiciliari, infine, al 43enne Fabrizio Albis, diversamente abile, padre dei due giovani fratelli. Tutti sono ritenuti responsabili dei reati di estorsione in concorso e lesioni personali.

Il provvedimento giunge all'esito di una complessa attività investigativa condotta dalla Procura della Repubblica di Foggia e dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e dalla Stazione di Lucera, tra i mesi di febbraio e aprile scorsi. Tutto era partito dalla denuncia sporta da un uomo alla fine dello scorso febbraio che aveva riferito di essere rimasto vittima di un violento pestaggio, ordinato da Fabrizio Albis e messo in pratica dai suoi figli, a causa di un debito con questi di 5.500 euro non onorato. Il pestaggio era stato talmente violento da portare la vittima a un ricovero d'urgenza all'ospedale di San Giovanni Rotondo, dove era poi stato addirittura sottoposto ad un intervento chirurgico.

Le indagini immediatamente avviate avevano però consentito di far luce su di una vicenda dai contorni diversi da quelli inizialmente tratteggiati dalla vittima. Era infatti emerso che il "credito" vantato dagli Albis non fosse da imputarsi a una loro liberalità, bensì a numerose cessioni di cocaina mai pagate. Si era potuta così accertare l'esistenza di un vero e proprio gruppo criminale formato dai giovanissimi arrestati e con a capo Fabrizio Albis, che non esitava a ricorrere alla violenza per recuperare i crediti derivanti dalla vendita di sostanze stupefacenti.

Svariati sono stati gli episodi documentati che hanno visto vittima il denunciante. Già nel luglio 2017 Fabrizio e Marco Albis, notato l'uomo in via Campanile, lo avevano affiancato con l'auto intimandogli di saldare un debito di 200 euro e, resisi conto dell'impossibilità di ottenere il pagamento, lo avevano aggredito selvaggiamente nell'indifferenza generale dei numerosi passanti.

Un'altra aggressione si era verificata nell'agosto 2017, quando Albis in compagnia del figlio Giovanni aveva costretto l'uomo a salire a bordo della propria vettura per poi colpirlo al petto con un bastone.
Si è così arrivati alle aggressioni del 2019. La prima, commessa nel mese di febbraio, riconducibile a Fabrizio Albis, nel ruolo di mandante e istigatore dei suoi figli (questi ultimi quali esecutori delle gravi percosse inferte alla vittima).

Ancora più grave l’episodio del 23 marzo scorso. Esposito aveva scorto casualmente la vittima nei pressi di una sala giochi e, consapevole del “credito” vantato dagli Albis, chiamò questi ultimi. Una volta giunti sul posto Marco Albis e Giuseppe Costantino, accompagnati da altra persona, lo bloccarono nella centralissima piazza Tribunali e pestato. Per la vittima lesioni giudicate guaribili in 30 giorni. Scena ripresa dalle telecamere di videosorveglianza della zona.
oggi
ore 11.00
ore 14.00
ore 17.00
ore 20.00
Le altre notizie
Sicurezza in città, Lega chiede delega in Giunta a Landella: "In prima linea per i prossimi 5 anni"
Giovedì 20 Giugno 2019
"Ennesimo episodio di violenza in città ad opera di un immigrato di origini ghanesi, già noto per ...leggi tutto
Cerignola, due rapine in rapida successione: tanta paura, portate via poche centinaia di euro
Mercoledì 19 Giugno 2019
Potrebbero essere state le stesse persone a mettere a segno due rapine ieri sera a Cerignola. Due ma...leggi tutto
Esplosione silos nell'azienda di Santacroce, Rotice: "Preoccupato per eventi criminosi"
Mercoledì 19 Giugno 2019
“Esprimo all’amico e collega imprenditore Giovanni Santacroce la più calorosa solidarietà e vi...leggi tutto
Cerignola, la Lega apre il tesseramento: "Aderire per sentirsi parte di un comunità in forte crescita”
Mercoledì 19 Giugno 2019
La Lega ha aperto il tesseramento 2019. Sia i militanti che i nuovi sostenitori potranno rivolgersi ...leggi tutto
Nonna Peppa da 40 anni allo Spi Cgil, Persiano: "L'incontro con lei uno dei ricordi più belli"
Mercoledì 19 Giugno 2019
“Ora ci sono solo commozione e affetto per i familiari, che se ne sono presi amorevolmente cura, e...leggi tutto
Il Piccolo Principe nella Pediatria di San Severo, disegni e frasi "per alleviare la sofferenza"
Mercoledì 19 Giugno 2019
Dopo l’Astrorisonanza continuano i progetti del il Cuore Foggia. "Autorizzazione ottenuta dalla Di...leggi tutto
oggi
le notizie del giorno